Da oggi i finanziamenti offerti dalla SIMEST Spa, società che insieme a SACE Spa rappresenta il polo Italiano per l’internazionalizzazione delle imprese, possono essere erogati con una quota di “fondo perduto” pari al 40%.

Ne ha dato notizia la Società con un comunicato stampa in cui illustra la decisione del Comitato Agevolazioni – istituito presso SIMEST e presieduto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) .

La Simest sostiene l’internazionalizzazione delle imprese italiane attraverso il ‘Fondo 394’ che per il 2020 ha una dotazione di 600 milioni a cui si aggiungono ulteriori 300 milioni erogabili ora a fondo perduto. Dal 16 giugno infatti le imprese  potranno richiedere fino al 40% del finanziamento a fondo perduto (tranne per il finanziamento Inserimento Mercati esteri, dove la misura è al 20%), con un importo massimo concedibile a fondo perduto di € 100.000. Quota che salirà fino al 50% – per un limite di 800 mila euro di aiuti complessivi per singola impresa – non appena arriverà il via libera della Commissione UE all’applicazione alla misura del “temporary framework” sugli Aiuti di Stato.

Ciò si aggiunge all’esenzione dal prestare le garanzie connesse al finanziamento sino al 31 dicembre 2020 che, riducendo la procedura di valutazione sul merito creditizio, renderà sicuramente più veloce l’istruttoria del finanziamento.

Dobbiamo riconoscere il grande sforzo che le istituzioni stanno mettendo in atto per supportare l’internazionalizzazione delle imprese italiane e rendere fruibili gli aiuti anche alle PMI. Siamo infatti convinti che questo momento non sia sufficiente cercare solo di recuperare il vuoto lasciato dalla pandemia e tornare ai livelli precedenti al lock down. E’ necessario uno sforzo ben maggiore per avvicinare il più possibile le realtà produttive ai mercati internazionali e pubblicizzare il prodotto italiano. Si tratta di costruire autostrade dell’export fruibili facilmente dalle imprese anche di piccole dimensioni.

In questa ottica un plauso al patto per l’export sottoscritto lo scorso 8 giugno e ai nuovi strumenti messi a disposizione da Simest e da Sace.

comunicato stampa comitato agevolazioni Simest 15.6.2020

Linee di finanziamento SIMEST